Prestiti per i lavoratori autonomi: requisiti e opportunità

06.09.2017

I prestiti per gli autonomi, quei lavoratori che non hanno busta paga da lavoro dipendente, sono una forma di finanziamento piuttosto comune in Italia, e prevista da quasi tutte le principali banche e finanziarie. Andiamo a vedere insieme le procedure per attivare un prestito per lavoratori autonomi, le modalità di richiesta, i requisiti per accedervi. 

Prestiti per lavoratori autonomi: a chi rivolgersi
Quasi tutti gli istituti di credito, stanti le garanzie di cui sopra, prevedono l'erogazione di prestiti ad autonomi e liberi professionisti con www.gruppoifi.it.

 In questo sito potrete richiedere un preventivo in due distinte modalità: tramite prestito personale per autonomi, ottenibile in 5/6 giorni con importo massimo di 30.000 euro rimborsabili in massimo 84 mesi e tramite prestito cambializzato, con importo massimo di 50.000 euro rimborsabili in 120 mesi. Tutte e due la forme non hanno spese per la richiesta o altre spese aggiuntive, non si necessita di motivazione, le rate e i tassi sono fissi e in generale le altre caratteristiche tipiche di un prestito personale sopracitate. Ecco infine una panoramica delle banche e delle finanziarie a cui rivolgersi per chiedere prestiti per lavoratori autonomi.